Emmy 2016; tirando le somme

matarazzo_zpsbevm6sdz

di Pasquale Severino

Cala anche quest’anno il sipario sulla più rilevante e satinata Kermesse televisiva del Globo: I Primetime Emmy Awards. Il Microsoft Theatre di Los Angeles si spegne, in quel distretto fra  Sunset e Whilshire Boulevard che parecchio cinema chiama casa, dopo una notte di stelle trionfi e omaggi alla galassia del piccolo schermo, fra conferme e smentite, fra serial ormai pianeti mastodontici, circondati da prodotti satellite, e imprevedibili quanto accattivanti meteore, pronte a sconvolgere l’equilibrio del panorama televisivo (basti pensare a Stranger Things e a parte dei suoi adorabili protagonisti esibitisi nel preshow della manifestazione, sulle note di Uptown Funk ). Continua a leggere

Lo zenit dell’arte in tutte le sue forme: una domenica al LAC di Lugano – 2 puntata

di Emiliano Rossi

Ultimamente scrivevamo di quanto ambizioso sia il progetto del LAC, il nuovo gioiello della cultura inaugurato a Lugano nel settembre dello scorso anno, con l’obiettivo di riunire in un unico luogo forme diverse di espressione artistica, ponendole al servizio della collettività. LAC come crocevia tra nord e sud, LAC come punto di convergenza di esperienze diverse, LAC come incentivo a scoprire, raccontare, capire, proprio lì, davanti al lago della cittadina svizzera che così tanti significati ha rivestito nella progettazione dell’edificio e della sua filosofia identitaria.

Continua a leggere

Lo zenit dell’arte in tutte le sue forme: una domenica al LAC di Lugano – 1 puntata

di Emiliano Rossi

Non sempre l’inaugurazione di un museo è una grande notizia: in Italia siamo abituati ad un certo disfattismo condito dalla solita autocommiserazione e da quella cultura della lamentela che spesso finisce per offuscare anche ciò che di positivo vantiamo. Tutto è travolto da un mare di polemiche e controversie – spartizione delle poltrone e costi dell’operazione in primis – che finiscono col rendere marginali anche le belle notizie. In Svizzera questo non succede: lo scorso settembre, nella cornice lacustre di Lugano, a un’ora di treno da Milano, l’inaugurazione del LAC Lugano Arte Cultura (http://www.luganolac.ch/) sembra aver messo tutti d’accordo. Un “centro culturale” (perché “museo” fa molto secolo scorso…) davvero al passo coi tempi. E qualcosa da imparare ci sarebbe…

Continua a leggere

Il filtro del cinema e l’estetica dell’estremo

di Giovanni Timpano

Anche in un’epoca dominata dalle immagini, la questione di quale sia il limite oltre il quale il cinema non dovrebbe avventurarsi è ancora attuale. Farewell to Hollywood (2013), The Other Side (2015; Louisiana) e The Act of Killing (2012) sono tre documentari dall’impatto visivo quasi traumatico, ma che per questo si prestano ad offrire punti di riflessione interessanti su un diverso approccio estetico alla realtà.
Continua a leggere

Orange Is the new Black: how can we get back to reality?

di Valeria De Bacco

Giugno non è solo il mese dei primi bagni, della rincorsa alla tintarella per non mostrare in spiaggia quanto lungo sia stato anche quest’anno l’inverno e dell’anguria fresca di frigo, mangiata con gli amici e magari un po’ di vodka. Giugno è anche il mese che tutti gli appassionati di Orange Is the New Black, per gli amici OITNB, stavano aspettando. Tra otto giorni esatti, sarà infatti possibile scoprire le nuove avventure che la prigione ha riservato a Piper e alle sue compagne di detenzione. Almeno per quanto visto fino ad oggi, è proprio il caso di dire che a Litchfield non è mai detta l’ultima parola.

Continua a leggere

«Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior». Fiore esprime la bellezza, laddove sembra non esserci più nemmeno la speranza

di Valeria De Bacco

Così cantava De André e queste sue parole sembrano accordarsi perfettamente alla trama di una storia che, carica della stessa raffinata poesia, irrompe sullo schermo con l’energia graffiante e spavalda della gioventù e così, senza chiedere il permesso, come si addice a chi ha tutto davanti e nulla da perdere, riesce a descrivere il profumo ancora acerbo di un giovane amore. Fiore è un film delicato e potente, che esplode nel cuore di chi lo guarda costringendolo ad avere di nuovo vent’anni e un vulcano nel petto.

Continua a leggere

Speciale Cinevasioni: il carcere apre le porte alla settima arte. Il viaggio di Revelstoke: emigrare, storia di ieri e di oggi

di Grazia Di Cesare

Prosegue il Cinevasioni Film Festival presso il carcere Dozza di Bologna: giovedì è stato proiettato il documentario Revelstoke – Un bacio nel vento di Nicola Moruzzi, un’opera commovente che parla d’amore e del viaggio compiuto dal protagonista alla ricerca delle proprie radici.

Continua a leggere