Mockumentary – Horror

di Andrea Spazzoli

Cosa succederebbe se gli alieni ci rapissero durante la notte senza che noi ce ne accorgessimo? Oppure se il nostro condominio fosse invaso da infetti affamati di carne umana?

Queste ed altre domande sono alla base di numerosi film degli anni Duemila, un periodo in cui si apre la moda dei falsi documentari di genere horror poiché lo spettatore viene maggiormente attirato da queste storie passate per reali in cui viene creato un maggior senso di angoscia e di dubbio sulla realtà in cui viviamo. Specialmente il 2007 è stato un anno importante per questo genere di film, proponendo tre pellicole come Diary of the Dead, Rec e Paranormal Activity.

Continua a leggere

Mockumentary – Biographic

di Jlenia Lasaracina

“Cosa succederebbe se io, Gioacchino Fenice, scegliessi di abbandonare la mia carriera di attore e decidessi di buttarmi a capofitto nella carriera musicale hip-hop (senza essere un minimo intonato)?”

Non si sa se ci credesse davvero, ma il nostro Gioacchino lo fece. Ciò che vediamo nel singolare mockumentary I’m still here di Casey Affleck (2010), lascia perplessi, e non poco.

Continua a leggere

Mockumentary – Woody Allen

di Nicola Donadio

“Ehi vogliamo andare alla discarica a sparare ai topi?”. Questa stupefacente domanda di Emmet Ray, il protagonista di Accordi e Disaccordi, sembra un’ottima trovata comica e niente più. Eppure rivedendo I Pugni in Tasca di Marco Bellocchio è strabiliante notare come questo assurdo passatempo sia una delle inquietanti abitudini anche del protagonista di questo film che, per usare un eufemismo, è un film drammatico mentre Accordi e Disaccordi, non solo è una commedia, ma è anche il terzo mockumentary di Woody Allen.

Continua a leggere

Mockumentary – Quando il cinema ci prende per i fondelli

di Nicola Donadio, JleniaLaSaracina, Andrea Spazzoli

“Cosa succederebbe se prendessimo per vero tutto ciò che ci viene raccontato?”

Nel 1938, accendendo la radio, crederemmo a un’ invasione aliena solo per aver sentito Orson Welles reinterpretare il romanzo La Guerra dei Mondi di H.G. Wells.

“Cosa succederebbe se prendessimo per vero tutto ciò che il cinema ci racconta?”

Continua a leggere

Non è Hollywood: il cinema cinese

di Roberto Cannavò

Che la Cina si stia imponendo sempre più come un gigante economico è un dato di fatto e a parlare non sono solo gli economisti ma i documenti delle industrie e i rapporti sugli andamenti di mercato.

Nonostante tutto però il cinema, come del resto ogni altra arte, è escluso dai ragionamenti che tengono conto esclusivamente dei numeri o dei costi di produzione. In quanto arte esso è infatti dipendente dal gusto del pubblico, e il fattore economico spesso dipende più dalla bravura degli artisti che degli affaristi.

Il cinema cinese, da ormai più di cinquanta anni, si è ritagliato una sua fetta di torta nel mercato cinematografico, ma a quale prezzo?

Continua a leggere

Non solo Hollywood – Sudamerica: una nuova realtà cinematografica

di Daniele Marazzani

Il mondo è dominato dall’industria cinematografica statunitense, un’industria solida, fiorente e ricca. La sua rete invade ogni mercato estero ed è in grado di condizionare il panorama mondiale della settima arte. Tuttavia, il pianeta è pieno di altre realtà che tentano in tutti i modi di guadagnarsi una fetta del mercato. Una fra le più sorprendenti degli ultimi anni è quella Sudamericana.

Continua a leggere

Non sarà mai Hollywood: la fuga dei cervelli italiani

di Diletta Drago

Non è Hollywood: questo è sicuro. Un tempo, però, è stata qualcosa di molto simile, tanto da far guadagnare a Cinecittà il soprannome di “Hollywood sul Tevere”.

Oggi, invece, le sorti dell’industria cinematografica italiana e del suo cinema sono un po’ controverse.

Continua a leggere