Convegno sul cinema italiano contemporaneo

la Redazione

Avvisiamo tutti i lettori di Fuori Corso che, nelle giornate di lunedì e martedì 15 e 16 febbraio si svolgerà, presso il Salone Marescotti, sede del Dipartimento delle Arti in via Barberia 4, il convegno intitolato Il sistema dell’impegno nel cinema italiano contemporaneo – Finanziamento, produzione, gusto. Tale convegno, a cura di Claudio Bisoni, Dom Holdaway e Dalila Missero, sarà ad ingresso libero e si avvarrà degli interventi di molti esperti e studiosi del settore, provenienti da diverse realtà accademiche e non. Si tratta di un’importante occasione per riflettere sull’attuale situazione del nostro cinema.

“Conosciamo le traiettorie che hanno condotto l’industria culturale a polarizzarsi sull’asse impegno vs. intrattenimento. Uno schema che ha attraversato momenti di particolare tensione (il Dopoguerra, gli anni Settanta) e fasi in cui sembrava stemperarsi in una prospettiva più articolata e problematica (la politique des auteurs degli anni Cinquanta, il postmodernismo degli anni Ottanta).

Negli ultimi anni, alcuni studi (Antonello e Mussgnug, Burns, O’Leary, Uva) hanno inquadrato la questione dell’impegno affrontando e superando i problemi più immediati di definizione (che cosa è in realtà un film impegnato?) e di classificazione (quali film sono impegnati e quali non lo sono?).

Il convegno rifletterà su questi temi  e quindi sull’influenza che la nozione d’impegno esercita sui discorsi e sulle pratiche relative al cinema italiano contemporaneo. Da un lato, infatti, si tratta di verificare se le nozioni solitamente collegate al termine hanno ancora una parvenza di attendibilità in un’industria culturale complessa come quella attuale, ed eventualmente come possano essere declinate in maniera proficua. Dall’altro, e più puntualmente, ci si propone di analizzare i modi in cui attorno al tema dell’impegno si aggregano comunità di gusto o di interesse, per comprendere se tale nozione sia ancora in grado di orientare (positivamente o negativamente) il consumo cinematografico.”

Invitiamo dunque tutti i nostri lettori a partecipare a questo importante appuntamento, ennesima prova dell’impegno profuso dal Dipartimento delle Arti e dall’Università di Bologna nell’organizzare eventi estremamente stimolanti come questo. Per informazioni riguardo il programma e i partecipanti del convegno, potete trovare tutto in questa pagina: http://www.dar.unibo.it/it/risorse/files/eventi/2016/il-sistema-dellimpegno-nel-cinema-italiano-contemporaneo-programma.

Vi aspettiamo numerosi!

Annunci

Media Mutations 6 – Pronti a due giorni di Serie TV?

MEDIA MUTATIONS 6 – Modes of Production and Narrative Forms in the Contemporary TV Series
A cura di Luca Barra, Leora Hadas, Veronica Innocenti e Paolo Noto

Da martedì 27 maggio alle ore 14.30 a mercoledì 28 maggio alle ore 19
Salone Marescotti – Via Barberia 4, Bologna
Ingresso Libero

SCARICA IL PROGRAMMA!

Pochi nutrono ancora dubbi sul fatto che le serie televisive, in particolare quelle statunitensi, rappresentino la forma di racconto per immagini più innovativa e coinvolgente degli ultimi anni. Molto resta da fare, però, per comprendere la loro natura di prodotti complessi realizzati da un sistema industriale in piena fase di riorganizzazione.
La sesta edizione di Media Mutations si concentrerà sulle serie TV e in particolare sulle relazioni tramodelli produttivi e forme del racconto, sulla struttura industriale che le produce e sull’articolazione in diverse tipologie di offerta, dalle televisioni free-to-air alle premium. Serie di grande popolarità come Lost, Mad Men o Game of Thrones, infatti, prendono forma in stretta connessione con le modalità produttive, le regolamentazioni istituzionali e le strategie di rete delle emittenti che le trasmettono, subendo ulteriori evoluzioni una volta immesse nello scenario mediale nel quale confluiscono.
Il convegno esplorerà il modo in cui questo panorama, definitosi a partire dagli anni Novanta, sta subendo nell’ultimo decennio dei cambiamenti significativi, ragionando su fattori di cambiamento come la concorrenza tra broadcasters, la digitalizzazione dei contenuti, la contrazione delle entrate dal mercato pubblicitario e dagli abbonamenti, l’ingresso di players inediti come gli operatori over-the-top, le forme di personalizzazione del consumo offerte agli utenti dai servizi legali e illegali di streaming e download.

Critica 2.0 – l’incerto futuro di una specie da salvare

di Diletta Drago

Come già detto in precedenza, il ruolo della critica cinematografica al tempo di Internet è uno degli argomenti che appassionano sempre più cinefili e studiosi.

Ed è stato anche l’oggetto del convegno tenutosi il 18 e il 19 Febbraio, presso il Dipartimento di Musica e Spettacolo.

Continua a leggere

Media Mutations 5

Ephemeral Media: Time, Persistence and Transiece in Contemporary Screen Culture
Convegno internazionale di studi a cura di Paul Grainge, Roberta Pearson, Sara Pesce
dal 21 al 22 maggio 2013
Salone Marescotti, Via Barberia 4, Bologna

Al centro della quinta edizione del convegno internazionale di studi saranno gli ephemeral media: l’insieme di materiali “ancillari” che circondano i film e in generale i “testi primari” prodotti dalle istituzioni mediali (trailer, mashup, promo, podcast, bonus material, ecc.).

Si rende necessario analizzare i video promozionali associati a eventi o corporation, i materiali prodotti dalle comunità di fandom intorno a film, show televisivi, giochi, icone mediali. Fare i conti con tutti questi fenomeni significa misurarsi con il ruolo sempre più importante guadagnato dalle forme brevi nella cultura contemporanea e con i modi attraverso i quali piattaforme come youTube hanno reso disponibili, consultabili, e quindi più permanenti anche nel nostro presente, “oggetti paratestuali” del passato, aumentando la loro possibilità di ridistribuzione e rimediazione. Il convegno avrà dunque anche lo scopo di riflettere sul tipo di temporalità e sulle strategie di coinvolgimento che la sempre maggiore importanza delle forme brevi ha assunto nel nostro presente.

PDF PROGRAMMA
MediaMutation5

La rete contesa – ciclo di quattro di incontri

Per la serie Save the Dates, ricordatevi di mettere in calendario il ciclo di quattro incontri sui rapporti tra politica, società e web.
Si comincia proprio oggi: ore 17, Dipartimento delle Arti / Salone Marescotti,
La rete che lavora. Incontro con Ivana Pais (Università Cattolica del Sacro Cuore – Milano) Continua a leggere

“Critica della critica” – Convegno

Università di Bologna
CIMES – Dipartimento delle Arti
Salone Marescotti, via Barberia 4, Bologna

CRITICA DELLA CRITICA
Convegno a cura di Giacomo Manzoli e Paolo Noto

Giovedì 31 gennaio 2013, ore 15-19
Venerdì 1 febbraio 2013, ore 9:30-13 e 15-18

Come tutti avrete notato, ultimamente il cinema non è più “lo stesso”. Sono mutati i modi di produzione, distribuzione e fruizione. Dal linguaggio alla tecnologia, il buon vecchio “grande schermo” è cambiato, si è evoluto, si è adattato al contemporaneo scenario mediale.
E la critica? Quanto è veramente cambiata insieme al suo oggetto di studio?
Questa è la domanda di partenza del convegno di studi Critica della Critica.

Critica della critica è un’occasione per discutere di questi temi con studiosi, giornalisti, attivisti e operatori che si occupano di cinema e di cultura. L’obiettivo non è soltanto di descrivere o comprendere lo stato attuale della critica cinematografica, ma soprattutto quello di ipotizzare modelli possibili e praticabili, nuove competenze e spunti di analisi per pensare alla critica non solo come momento di certificazione estetica dei prodotti culturali, ma come momento di discussione della complessità sociale di quegli oggetti”

PDF programma: ProgrammaConvegno