La Bologna di celluloide: i mitici portici raccontati senza filtro

di Alessia Romano

Forse in Italia non vi è città più cinematografica di quella felsinea: mentre la Bologna assolata e quella notturna offrono le loro luci e ombre tanto ai curiosi turisti quanto ai brillanti pensatori, che in questo caso si nascondono dietro la macchina da presa, la Bologna sotterranea, quella anarchica e creativa, continua sui passi delle origini settantasettine rievocandole attraverso ogni mezzo di espressione.

Continua a leggere

Non solo graffiti: il Cheap Festival

di Beatrice Sgaravatto

“Ci immaginiamo un futuro diverso per la nostra città, che parli di partecipazione e non di repressione, di cooperazione e non di divieti.”

Il Cheap Festival è un progetto di arte pubblica che si propone di rivitalizzare le vie di Bologna tramite la street poster art. Non solo i classici graffiti quindi, bensì opere appartenenti a diverse famiglie artistiche come l’illustrazione, la grafica, la fotografia che vengono stampate su carta molto leggera e incollate ai muri, alle pareti, alle vie della città.

Continua a leggere

Musica Underground bolognese: il Rap da Isola nel Kantiere ad Arena 051

di Bruna Di Giacomo

L’underground scorre nelle vene di Bologna, costituisce una sorta di appendice della città, un elemento che si ha il dovere di tenere in considerazione quando si effettua il reale tentativo di comprenderla; si respira nell’aria e influenza la maggior parte dei movimenti culturali di strada come è ovvio che sia.

Continua a leggere

Blu. Dalla Bolognina al Nicaragua

di Ennio Formusa

Volendo approfondire l’argomento dell’underground e della street art a Bologna, non possiamo ignorare i segni lasciati, in tutti i sensi, da Blu sulla suddetta storica città metropolitana.
È qui che questo celebre writer infatti ha raggiunto la sua maturità artistica nei primi anni del nuovo millennio, ed è qui che ha dipinto la maggior parte delle sue opere sul territorio italiano.

Continua a leggere

Inversione a U: l’underground bolognese – Spazi urbani da riconquistare con un salto

di Olga Torrico

Nella prossima settimana restate connessi perché seguiremo la via della U. U sta per Underground, per chi non l’avesse ancora capito. Le tappe in programma sono alcune tra le più significative nel ricchissimo scenario bolognese.

Un nodo di rivoli si snoda sotto la città, ma di realtà “sotterranee” l’adorata Felsinea ne svela per strada, a cielo aperto. Che in Via Piella ci sia uno dei sette segreti di Bologna, la famosa finestrella che dà su uno scorcio venezieggiante, lo sanno un po’ tutti. Rilanciamo sui sette segreti per i cinque appuntamenti con l’underground. Yo.

Continua a leggere

4 settimane e 6 secondi per cambiare pelle: qualche novità su FuoriCorso

È tempo di cambiamenti su Fuori Corso!

A partire dalla prossima settimana, due le novità che vi aspettano. Continuando a seguirci, come avete fatto fin’ora con passione e voglia di discutere sugli argomenti che più ci intrigano – dal cinema alla musica, dalla serialità televisiva al mondo dei videogame – oltre ai nostri articoli avrete modo di dare un’occhiata anche a qualcosa di più personale.

Insomma, vogliamo metterci in ballo. Chi l’ha detto che DAMS e CITEM sono dei corsi di laurea solo teorici?

In realtà qualcuno l’ha fatto, ma non professori emeriti o chissà quale protagonista del mondo dello spettacolo… siamo stati noi. Perciò ci siamo detti: “diamoci una svegliata e cominciamo a far qualcosa!”

Continua a leggere