Romanzo grafico e romanzo di formazione

di Augusto Ruggieri

Una delle declinazioni più fortunate del romanzo grafico è sicuramente quello del romanzo di formazione, che in alcuni casi diventa racconto autobiografico. Sarà che molti lettori, che costumi sgargianti e realtà alternative proprio non li reggono, hanno finalmente trovato qualcosa di più vicino alla loro sensibilità: storie spesso agrodolci e che hanno un’impronta molto più personale, laddove l’autore ha la totale libertà d’espressione, diversamente da quanto accade nel mondo del fumetto seriale.

Continua a leggere

Non solo carta: la graphic novel in Utopia e nei serial

di Erica Benedettelli

Scelte di marketing o di tendenza, poco importa, quello che ci interessa è che la graphic novel, soprattutto negli ultimi tempi, è entrata nella top ten dei materiali da avere, non tanto per la sua natura grafica, ovviamente, quanto per il suo rapporto con gli altri media che l’hanno resa il mezzo, privilegiato e alternativo, per raccontare un serie televisiva.

Continua a leggere

Graphic novel is still… rock!

di Marina Porcheddu

Vi è mai capitato di sentirvi parte di una Graphic Novel? A me sì!

Mentre leggevo Graphic Novel is Dead, l’autobiografia a fumetti di Davide Toffolo, noto fumettista italiano nonché frontman dei Tre Allegri Ragazzi Morti, mi sono riconosciuta nella ragazzina con la maglia a righe che, nel libro, chiede un’intervista a Toffolo. Nella realtà le cose non vanno poi così diversamente: la mia vita non è chiusa tra quattro pareti disegnate, ma posso comunque indagare e farvi conoscere l’autobiografia di Toffolo anche se non posso intervistare il diretto interessato. Siete pronti? Inizia il viaggio nella vita dei supereroi rock!

Continua a leggere

Graphic novel e cinema: Clementine e Adèle su due rette parallele

di Denise Penna

Un giorno il cinema si innamorò del fumetto, della sua arte in movimento, delle sue linee sinuose e spigolose. Decise di appropriarsi della sua essenza, di rielaborare le sue forme e riadattarle sullo schermo. Così, le due giovani arti che si inseguivano, divennero una cosa sola. Oggi è la graphic novel, nuova frontiera della letteratura disegnata, a diventare materia da plasmare in fotogrammi.

Continua a leggere

Capire la Graphic Novel

di Anna Molteni

Carissimi lettori, questa sarà una settimana interamente dedicata alla graphic novel. Quanti di voi sono stati posti sotto giudizio di parenti e amici, troppo “intellettuali” e troppo cresciuti per leggere i fumetti? Immagino sia capitato a molti. Questa serie di articoli non è rivolta solo a voi, ma a tutti coloro che denigrano il genere, guardandolo dall’alto in basso con atteggiamento di sufficienza.
Cercheremo dunque di chiarire certi snodi fondamentali e comprendere il punto di vista degli appassionati, ma soprattutto capire come si è arrivati alla popolarità di questo genere, che prima pareva essere uno “sport” di nicchia.

Continua a leggere

4 settimane e 6 secondi per cambiare pelle: qualche novità su FuoriCorso

È tempo di cambiamenti su Fuori Corso!

A partire dalla prossima settimana, due le novità che vi aspettano. Continuando a seguirci, come avete fatto fin’ora con passione e voglia di discutere sugli argomenti che più ci intrigano – dal cinema alla musica, dalla serialità televisiva al mondo dei videogame – oltre ai nostri articoli avrete modo di dare un’occhiata anche a qualcosa di più personale.

Insomma, vogliamo metterci in ballo. Chi l’ha detto che DAMS e CITEM sono dei corsi di laurea solo teorici?

In realtà qualcuno l’ha fatto, ma non professori emeriti o chissà quale protagonista del mondo dello spettacolo… siamo stati noi. Perciò ci siamo detti: “diamoci una svegliata e cominciamo a far qualcosa!”

Continua a leggere