Violenza e media, nona declinazione. “Ultraviolence”: la spettacolarizzazione della violenza nei videoclip musicali

di Stefano Monti

La spettacolarizzazione dell’elemento violento, specialmente quando al limite della sopportabilità visiva, negli ultimi anni è stata oggetto di un’interessante riflessione etica ed estetica che ha coinvolto diversi media. Dalle espressioni cinematografiche di più parti del mondo, fino allo sviluppo della reality tv e all’affermazione della serialità, senza risparmiare alcune fra le più recenti forme di intrattenimento multimediale come i processi interattivi di gamification (LINK ‘OTTAVA DECLINAZIONE’) oggi nel vivo del loro sviluppo, la maggior parte degli strumenti dell’audiovisivo è stata condizionata da una specifica tendenza comune votata alla rappresentazione della violenza, specialmente nelle sue oscillazioni più estreme. Considerata l’imprescindibile influenza reciproca fra le varie forme dell’espressione culturale e mediatica, a questa inclinazione non è rimasto estraneo nemmeno un altro fenomeno, ai giorni nostri di grande pregnanza culturale: il videoclip musicale.

Continua a leggere

Annunci

Modern Family – L’esilarante commedia delle storie di tutti i giorni

di Stefano Monti

In onda dal 23 settembre 2009 sul network statunitense ABC e disponibile in Italia sul canale pubblico MTV (fatta esclusione la prima stagione, comprata inizialmente da Cielo), Modern Family, l’esilarante serie televisiva prodotta da Steven Levitan e Christopher Lloyd, vincitrice nel 2012 del Golden Globe per la ‘Miglior Serie Comedy o Musical’ e più volte nominata dall’American Film Institute tra i dieci migliori programmi dell’anno, ha da poco festeggiato il suo settimo compleanno, forte più che mai di ascolti e popolarità, tornando per l’occasione sugli schermi con una nuova, irresistibile stagione.

Continua a leggere

Romanzo grafico e romanzo di formazione

di Augusto Ruggieri

Una delle declinazioni più fortunate del romanzo grafico è sicuramente quello del romanzo di formazione, che in alcuni casi diventa racconto autobiografico. Sarà che molti lettori, che costumi sgargianti e realtà alternative proprio non li reggono, hanno finalmente trovato qualcosa di più vicino alla loro sensibilità: storie spesso agrodolci e che hanno un’impronta molto più personale, laddove l’autore ha la totale libertà d’espressione, diversamente da quanto accade nel mondo del fumetto seriale.

Continua a leggere

Miley Cyrus: la (nuda) verità ti fa male, lo so

di Mario Palomba

In questo periodo è praticamente impossibile navigare su internet senza incontrare almeno una volta un articolo, un video o un qualsiasi tipo di commento su Miley Cyrus, interprete di Miley Stewart, protagonista della sitcom Disney Channel Hannah Montana, che ha scioccato il mondo con il suo ultimo video musicale Wrecking Ball arrivato ormai a 112 milioni di visualizzazioni (al 17/09/13). Dopo aver resistito a lungo ho ceduto alla tentazione di vederlo, pentendomene poco dopo, mentre le immagini del video stavano ancora scorrendo. Eppure, ancora adesso, c’è qualcosa che continua a ronzarmi in testa, qualcosa che va oltre le critiche.

Continua a leggere

Da ident a promo: la pubblicità vive su MTv Italia

di Gabriele Prosperi

Da alcuni anni MTv Italia è sempre più interessante: potremmo parlare per ore di docureality e Maccio Capatonda, del Club Privé e del testimone Pif. Ma se c’è una cosa che abbiamo imparato è che tra i prodotti più seguiti e più apprezzati non ci sono tanto i programmi mandati in onda, quanto invece le loro pubblicità. La vera novità di MTv Italia degli ultimi anni gira attorno a questa realtà, ma il canale la conosce bene sin dalle sue origini: niente caratterizza meglio la propria programmazione di un promo!

Continua a leggere

La M-Corporation di MTV e l’effetto straniante del “Ma a che punto siamo arrivati?!”

di Gabriele Prosperi

Non so se avete fatto caso anche voi alla pubblicità della M-Corporation che sta dilagando su MTV da qualche giorno. Certo un messaggio come questo è difficile da accettare moralmente… e lascia abbastanza straniti: Continua a leggere