REALE E VIRTUALE, DLC#1: Black Mirror e le realtà virtuali, dallo schermo alla mente

vjj4eod

di Simone Labricciosa

Trattando di realtà virtuale nei media contemporanei, approfondendo il panorama della serialità televisiva, è impossibile non tornare su Black Mirror. Recensendo  la terza stagione e analizzando la season finale, “Hated in the Nation”, abbiamo già avuto modo di notare come la serie sfondi “la barriera reale/virtuale”; è significativo che ciò sia stato affermato a proposito dell’elemento meno fantascientifico di un episodio che già di suo non ha nulla a che fare con dispositivi VR, ovvero i social media (e le relative implicazioni nel mondo “reale”). Ciò non circoscrive il tema del rapporto tra l’umano e il virtuale a un episodio, ma dimostra come sia insito persino nei riflessi più attuali (e perciò più inquietanti) della serie. Quelli più avveniristici non sono da meno: vedremo come si relazionano tra loro, e quali rapporti hanno con tecnologie correnti e futuribili fin dal pilota della prima stagione. Continua a leggere

Annunci

Reale e virtuale: cronache da mondi (im)possibili. TUTORIAL

mlwmgjj

di: La Redazione

“La realtà virtuale è la prossima innovazione da PlayStation che potrebbe modellare il futuro dei videogiochi  Shuhei Yoshida (presidente di SCE Worldwide Studios)

Il 13 ottobre 2016 potrebbe diventare una data decisamente importante. Era un giovedì d’autunno come tanti altri, ma sugli scaffali dei negozi di elettronica e videogiochi compariva, a quasi tre anni dall’annuncio, il tanto atteso Playstation VR.

Continua a leggere

Black Mirror: luce nelle crepe dello specchio?   

3momoys

di Simone Labricciosa

Dopo uno iato di tre anni, interrotto soltanto dallo speciale natalizio White Christmas, la serie di Charlie Brooker torna finalmente con sei nuovi episodi, passando dalla britannica Channel 4 a Netflix. 

Cosa cambia in questa terza stagione?  Continua a leggere

Violenza e media, settima declinazione. Attraverso lo specchio nero: il macabro riflesso dei nuovi media

di Giovanni Timpano

Viviamo in una società dominata dai mezzi di comunicazione, non c’è dubbio. L’informazione, l’intrattenimento, la cultura, ma anche la violenza, la cronaca e, in fondo, la stessa storia contemporanea sembrano non poter più prescindere dall’essere riproposti sui nostri schermi. Black Mirror è una serie televisiva britannica, trasmessa su Channel 4 a partire dal 2011 e su Sky Cinema 1 in Italia, che mette in scena un universo distopico in cui si è giunti ad un’assoluta normalizzazione di inquietanti e futuristici scenari mediatici. L’episodio speciale White Christmas, che attualmente conclude la serie, può essere considerato come lente di ingrandimento, al fine di condurre un’attenta analisi sull’effettivo ruolo ricoperto dai media all’interno di una realtà che non rappresenta più soltanto gli albori dell’estetica dell’estremo.

Continua a leggere

Black Mirror e il suo White Christmas: distopia o futuro imminente?

di Marina Porcheddu

Ebbene sì, quest’anno il regalo di Natale arriva dall’Inghilterra, e dobbiamo ringraziare Channel 4 se i nostri occhi hanno potuto godere di un nuovo sublime spettacolo. Black Mirror è tornato, miei cari. Non con i soliti tre episodi stagionali, ma con uno solo, da novanta minuti, interamente “dedicato” al Natale.

E da qui in poi, state attenti: Spoiler alert!

Continua a leggere