Le cose belle del cinema. Uno sguardo lì dove ve ne sono pochi

di Giovanni Timpano

Nel 1998, sul set del film Il mio nome è Nico Cirasola, inizia la collaborazione artistica di Giovanni Piperno, romano, classe 1964, e Agostino Ferrente, foggiano, classe 1971. Entrambi documentaristi, realizzeranno in co-regia tre film: Il film di Mario (1999), Intervista a mia madre (2000) e Le cose belle (2013). Caratterizzate da una grande trasparenza stilistica e da una semplicità narrativa che non risulta mai banale, queste opere vanno ad ampliare, purtroppo, la vasta schiera di film poco conosciuti dal grande pubblico. Risulta fondamentale, proprio alla luce di questo limite, moltiplicare i punti di vista critici su di un certo cinema documentario italiano, che merita assolutamente di essere scoperto.

Continua a leggere

Annunci