Il leak di Game of Thrones: una sfortunata evenienza o un’astuta strategia?

Di Cesare Cioni

Ok, lo ammetto, ho scaricato e visto i quattro episodi di Game of Thrones che sono stati diffusi illegalmente prima della trasmissione su HBO… ma sarà davvero così, o il leak è intenzionale, parte di una strategia programmata per creare interesse intorno a un inizio stagione piuttosto fiacco, in cui non succede quasi nulla – tanto che anche i personaggi se ne accorgono, e se ne lamentano? Parliamone…

D’accordo, un inizio di stagione ha delle esigenze da rispettare, soprattutto in una complessa narrazione multithread com’è quella di GoT: è necessario ricordare agli spettatori dov’è e cosa sta facendo ciascun personaggio, come lo hanno cambiato gli ultimi avvenimenti, ricordarne e se necessario aggiornarne le motivazioni. E i traumatici e in larga parte imprevisti avvenimenti delle ultime puntate della stagione precedente, se da un lato rendevano impossibile ripartire su una nota di altrettanta intensità, dall’altro richiedevano un riordino delle idee. E questo è quello che succede: questi primi episodi oscillano tra il recap – il riassunto delle puntate precedenti – e il repositioning, il riposizionamento dei pezzi sulla scacchiera, con lo spostamento di alcune pedine, l’eliminazione di alcune che non servono più, la messa in gioco di altre nuove che serviranno più tardi come le figlie di Oberyn Martell a Dorne o Jonathan Pryce nel ruolo di High Sparrow a King’s Landing. Ma tutto ciò, diciamolo, non giova molto allo svolgimento della trama: e infatti gli episodi sono abbastanza noiosi, talvolta ridondanti, tanto e ne accorgono anche i personaggi stessi. Arya vorrebbe fare l’apprendista di Jaqen H’ghar, e questo la costringe ad aspettare e fare le pulizie: Tyrion viene rapito da Jorah Mormont, che lo vuol portare da Daenerys , verso la quale comunque il nano si stava già dirigendo; e se ne lamentano – e se lo fanno loro, figuriamoci noi spettatori.

Non è detto che nell’economia generale della serie questa partenza “lenta” non si riveli opportuna: è possibile e auspicabile che gli eventi messi in movimento in queste prime puntate si rivelino gloriosamente avvincenti e sorprendenti , soprattutto adesso che R.R. Martin ha dichiarato esplicitamente che la serie televisiva non seguirà necessariamente lo sviluppo dei romanzi, e quindi tutto è possibile. Ma io mi chiedo se HBO non abbia valutato che mettere in onda queste quattro puntate un po’ “meh?” – in cui come mi vedo a ripetere ancora una volta effettivamente succede ben poco – con la cadenza prevista e regolare di una alla settimana avrebbe rischiato di deludere e disaffezionare gli spettatori. E allora ecco il provvidenziale leak, che tanto per cominciare fa notizia, comunque non scoraggia gli abbonati che hanno pagato il canone dal guardare gli episodi in alta definizione, e permette a chi lo volesse il binge watching di queste quattro puntate come se fossero una specie di mini-serie di transizione, uno speciale destinato a fare da ponte tra una stagione all’altra – e la vera stagione comincerà il 10 maggio con la quinta puntata, e solo allora sì, con tutti i personaggi già al loro posto, si farà sul serio . Come Game of Thrones finora non ha mai mancato di fare.

Faccio troppa dietrologia? Li considero più astuti di quanto non siano in realtà? Verdremo se il tempo mi darà ragione…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...