Premi Oscar 2015. Sondaggio Fuori Corso: And the winner is…

di Ennio Formusa

Anche per quest’anno, la cerimonia degli Oscar si è conclusa riscuotendo un buon successo internazionale.
Possiamo affermare che, in gran parte, i pronostici generali si siano rivelati esatti: il successo di Birdman e Grand Budapest Hotel, così come la vittoria per miglior attrice protagonista tanto agognata dalla Moore e per miglior attore non protagonista del veterano Jonathan K. Simmons (che vogliamo ricordare così).

Ma come sono andati i sondaggi indetti da noi della redazione la scorsa settimana? I premi combaciano, o i nostri lettori si aspettavano altri nomi tra quelli dei vincitori? Ecco a voi i risultati ufficiali comparati a quelli del nostro blog, che commenteremo alla fine dell’articolo.


Miglior film ufficiale: Birdman di Alejandro González Iñárritu / Miglior film Fuori Corso: The Imitation Game di Morden Tyldum

Miglior regia ufficiale: Birdman di Alejandro González Iñárritu / Miglior regia Fuori Corso: Birdman di Alejandro González Iñárritu

Miglior attore protagonista ufficiale: Eddie Redmayne – La teoria del tutto / Miglior attore protagonista Fuori Corso: Benedict Cumberbatch – The Imitation Game
 photo cdnindiewirecom_zpsfc660b91.jpg
Miglior attrice protagonista ufficiale: Julianne Moore – Still Alice / Miglior attrice protagonista Fuori Corso: Rosamund Pyke – Gone Girl

Miglior attore non protagonista ufficiale: Jonathan K. Simmons – Whiplash / Miglior attore non protagonista Fuori Corso: Robert Duvall – The Judge

Migliore attrice non protagonista ufficiale: Patricia Arquette – Boyhood / Migliore attrice non protagonista Fuori Corso: Keira Knightley – The Imitation Game

Migliore sceneggiatura originale ufficiale: Alejandro González Iñárritu, Nicolás Giacobone, Alexander Dinelaris, Armando Bo Birdman / Migliore sceneggiatura originale Fuori Corso: Wes Anderson – Grand Budapest Hotel
 photo Birdman_zpse5541334.jpg
Migliore sceneggiatura non originale ufficiale: Graham Moore – The Imitation Game / Migliore sceneggiatura non originale Fuori Corso: Graham Moore – The Imitation Game

Miglior film straniero ufficiale: Ida di Pawel Pawlikowski / Miglior film straniero Fuori Corso: Ida di Pawel Pawlikowski

Miglior film d’animazione ufficiale: Big Hero 6 di Don Hall e Chris Williams / Miglior film d’animazione Fuori Corso: La storia della principessa splendente di Isao Takahata

Migliore fotografia ufficiale: Emmanuel Lubezki – Birdman / Migliore fotografia Fuori Corso: Robert Yeoman – Grand Budapest Hotel

Miglior scenografia ufficiale: Adam Stockhausen – Grand Budapest Hotel / Miglior scenografia Fuori Corso: Maria Djurkovic – The Imitation Game
 photo 2a7ceb88-1896-4034-98d6-ca013d3aa6cd-620x372_zps1a3017c7.jpeg
Miglior montaggio ufficiale: Tom Cross – Whiplash / Miglior montaggio Fuori Corso: William Goldenberg – The Imitation Game

Migliore colonna sonora ufficiale: Alexandre Desplat – Grand Budapest Hotel / Migliore colonna sonora Fuori Corso: Alexandre Desplat – The Imitation Game

Migliore canzone ufficiale: Glory di John Stephens e Lonnie Lynn – Selma / Migliore canzone Fuori Corso: Everything is Awesome di Shawn Parrerson – The LEGO Movie

Migliori effetti speciali ufficiale: Paul Franklin, Andrew Lockley, Ian Hunter, Scott Fisher – Interstellar / Migliori effetti speciali Fuori Corso: Paul Franklin, Andrew Lockley, Ian Hunter, Scott Fisher – Interstellar

Miglior sonoro ufficiale: Craig Mann, Ben Wilkins, Thomas Curley – Whiplash / Miglior sonoro Fuori Corso: Jon Taylor, Frank A. Montaño, David Lee – Unbroken

Migliori costumi ufficiale: Milena Canonero – Grand Budapest Hotel / Migliori costumi Fuori Corso: Milena Canonero – Grand Budapest Hotel
 photo 3027812-inline-i-6-adam-stockhausen-grand-budapest-hotel_zps287073f6.jpg
Miglior documentario ufficiale: Citizenfour di Laura Poitras / Miglior documentario Fuori Corso: Citizenfour – Laura Poitras, Alla ricerca di Vivian Maier – John Maloof e Charlie Siskel, Il sale della terra – Julian Ribeiro Salgado e Wim Wenders

Miglior cortometraggio ufficiale: The Phone Call di Mat Kirkby / Miglior documentario Fuori Corso: The Phone Call di Mat Kirkby

La popolarità dei biopic di questa stagione cinematografica sembrerebbe aver influenzato anche i nostri lettori, che hanno preferito il racconto storico romanzato del pioniere dell’informatica Alan Turing, interpretato da Benedict Cumberbatch, in quasi tutte le categorie nominate: ben sei statuette su otto per The Imitation Game di Morten Tyldum!
Miglior regia al film più apprezzato agli Academy Awards, Birdman, e tre statuette per il Grand Budapest Hotel di Anderson, invece delle quattro ufficiali.
Immancabile e quasi unanime l’Oscar, sia ufficiale che nel blog, all’italiana Milena Canonero, già pluripremiata costumista di capolavori come Shining, Barry Lyndon e Arancia Meccanica.

Per il resto, i vostri pareri sono abbastanza simili a quelli espressi dai giudici dei premi più ambiti nel settore cinematografico internazionale … nonostante sarete probabilmente dispiaciuti per il mancato riscontro di statuette che avete concesso al film di Tyldum!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...