Eragon, come rovinare un libro in poche e semplici mosse

di Erica Benedettelli

Vi è mai capitato di leggere un bellissimo libro e di attendere la sua trasposizione cinematografica, con una grande aspettativa, per poi scoprire che era un terribile, abominevole, flop? Ebbene, il libro fantasy di Christopher Paolini, è stato senza dubbio uno di questi casi: parliamo di Eragon, il film di Stefen Fangmeier.

Partiamo dalle basi. Il libro è stato scritto da un quindicenne americano che, ispirato da grandi predecessori come Tolkien, ha proposto un ciclo fantasy su un ragazzo di campagna e il suo drago costretti, quasi obbligati, a risollevare il popolo di Alagaësia sottomesso al potente Galbatorix. Il libro, liberamente ispirato al Signore degli Anelli, è stata una buona prova per questo giovane artista, al contrario del film.

Per la serie “domande frequenti a cui provo a rispondere” questa volta mi chiedo: Come si fa a trasformare una buona opera letteraria in un film così scadente? Girando per il web, mi sono accorta che sono troppe le risposte che hanno portato questo film, per il quale erano previsti ben tre sequel, a diventare un un’unica prova fallimentare con venti milioni di dollari di perdite negli USA. Ho deciso di considerare solo due punti caratteristici che, secondo me, riassumono bene i problemi evidenziati dalla critica.

Problema numero uno: gli attori protagonisti. Un campagnolo giovane e spaventato, un drago fedele e pronto ad imparare, una guerriera fiera e combattiva e un cantastorie saggio e pieno di segreti, nel libro chiaramente. Nel film, invece, Ed Speeners, che interpreta Eragon, è il tipico principe azzurro in groppa al suo destriero, il suo “piccolo” drago, Saphira, cresce a velocità sovrannaturale e parla come se stesse leggendo la lista della spesa e la guerriera Arya, interpretata da Sienna Guillory, ci viene presentata come una dolce donzella in difficoltà. L’unica prestazione buona è quella di Jeremy Irons, che interpreta il saggio cantastorie Brom, ma la sua prova, insieme a quella di John Malkovich, nel ruolo del cattivo Galbatorix, non riesce a salvare l’intera pellicola.

Il secondo problema è semplicemente la trama. Non fraintendiamoci, è logico ridurre un libro molto lungo tagliando scene su scene, ma quello che è accaduto con il film Eragon è lo stravolgimento totale della storia, al punto da rendere impossibile i sequel. Oltre alla non presenza di personaggi importanti, due figure cardine della storia, come Murtagh e Arya, sono state completamente stravolte.

Nel libro, Murtagh, viene rapito e ci sono volute intere pagine per convincerlo ad andare dai Varden, mentre nel film, non solo è la guida di Eragon per raggiungere i ribelli, ma resta anche beatamente con loro.

Arya, invece, è principalmente una guerriera e, nel libro, la sua carica di principessa è costantemente nascosta, mentre nel film, viene mostrata come tale al punto da andare in battaglia con un’armatura appena uscita dalla collezione autunno/inverno e con gli occhi a cuoricino per Eragon, verso il quale avrebbe dovuto provare solo ammirazione come cavaliere.

In buona sostanza, questo film sembra essere stato realizzato appositamente per deludere i fan e se si fosse chiamato “Storie di belli e impossibili in una terra lontana” avrebbe avuto sicuramente un maggiore successo. Peccato per Paolini che era riuscito bene nella sua prima prova letteraria, ma avrebbe fatto meglio a chiedere a Fangmeier di leggerla, almeno, prima di riprodurla.

Dello stesso autore:

Se mi lasci ti cancello: quando il titolo non fa il film

Inception: un finale aperto (o forse no)

Mr.Nobody: in Italia? No, grazie

Annunci

One thought on “Eragon, come rovinare un libro in poche e semplici mosse

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...