Breaking Bad e GTA V: un incontro inevitabile

di Alessia Romano

Con il moltiplicarsi delle piattaforme mediali sono ormai largamente diffusi casi di intertestualità che fanno del remix e del mash-up i loro cavalli di battaglia. Così un mondo di assoluta fantasia, o più vicino alla realtà di come sembri, può essere riproposto da diverse produzioni o, come nel caso dello show statunitense Breaking Bad, essere semplicemente citato in uno dei videogiochi più aspettati, venduti e giocati del 2013: Grand Theft Auto V.

Capolavoro nell’ambito delle serie TV, Breaking Bad è ormai concluso ma difficilmente dimenticato. I fan avranno occasione di ricordarlo con una lacrimuccia proprio giocando col nuovo prodotto targato Rockstar: in GTA V Trevor Philips, rozzo cittadino della periferia di Los Santos (immaginaria e parodica città in cui è ambientato il gioco) è impegnato in un giro di metanfetamine e il suo stesso personaggio non può non ricordare al fan più attento alcuni grotteschi individui che popolano la polverosa Albuquerque di Breaking Bad. È quest’ultima, non a caso, molto simile all’astratta Los Santos: oltre a vantare uno stile deliziosamente cinematografico il telefilm sorprende per gli splendidi paesaggi scelti e inquadrati con maestria. Desolata e terrosa, l’ambientazione in cui si svolgono le vicende legate a Trevor ricorda in ogni Motel, pompa di benzina e periferia la spettacolare serie TV.

Queste potrebbero essere delle semplici coincidenze, o un vero e proprio tributo che i creatori di GTA V dedicano allo show della AMC, ma chi è stato davvero capace di giocare di fantasia sono, come al solito, i fan. Nell’epoca in cui la partecipazione dei fan è di fondamentale importanza nel processo di creazione del prodotto e nell’affermarsi del suo successo, il videogioco più popolare del 2013 e lo show TV più amato dell’ultimo quinquennio non potevano non incontrarsi unendo i loro mondi ed i loro personaggi in un’unica esperienza giocabile. In GTA V la possibilità di modificare abiti e pettinature dei personaggi rende possibile personalizzarli quasi totalmente, ed ecco spuntare un Walter White in camicia verde e mutande, come ogni fan adora ricordarlo, nel bel mezzo del deserto col suo bel camper RV.

E, a proposito di camper, eccolo di nuovo nel giallo deserto americano, tacito protagonista di entrambi i mondi di fantasia.

In alcuni casi, però, l’impegno dei fan non c’entra: tra i numerosi Easter Egg di cui è costellato GTA V, il più interessante per i fan che amano le sorprese è nascosto su una parete rocciosa di Los Santos. Vagando tra le alture, come ogni giocatore che si rispetti con un quad o con una motocicletta rubata, è possibile ritrovarsi di fronte al faccione di Jesse Pinkman. Incredibilmente sorridente.

Tirando le somme, la Rockstar ha ben capito come stimolare il nuovo pubblico, impegnato nella fruizione di contenuti eterogenei su diverse piattaforme mediali e oggi desideroso di interagire con esse, oltre che fruirne i sempre più completi prodotti.

Dello stesso autore:

La Bologna di celluloide: i mitici portici raccontati senza filtro

Il fascino indiscreto di Dylan Dog: costruzione di un ponte tra cinema e fumetto

L’immortalità surrealista, continua ascesa di un mito

Annunci

One thought on “Breaking Bad e GTA V: un incontro inevitabile

  1. Pingback: American Horror Story: Coven. Ispirazioni e citazioni dal vero mondo femminile nascosto | Fuori Corso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...