The importance of being tattooed

di Marina Porcheddu

Per una TV series-addicted come me è frustrante non riuscire a trovare tutte le informazioni inerenti a un particolare aspetto di una serie TV che mi è rimasta nel cuore. Spesso ci si deve accontentare di informazioni frammentarie che si trovano nei vari blog. Quest’articolo non vuole esaltare la bellezza di Jax Teller e Micheal Scofield, protagonisti di Sons of Anarchy e Prison Break, ma vuole porsi come punto di partenza per comprendere più a fondo la personalità del loro personaggio in relazione all’intera storia della serie.

Cos’hanno in comune le due serie TV, oltre al fatto di essere rivolte prevalentemente a un pubblico maschile, è chiaro agli occhi dello spettatore. Tra i protagonisti “umani” delle serie, infatti, c’è un altro protagonista, il tatuaggio, che si fa portatore di significati importanti all’interno della storia, poiché permette di identificare da subito chi avrà un ruolo di rilievo nella serie attraverso una contestualizzazione sociologica del personaggio.

Va innanzitutto detto che, se per Prison Break si può parlare di tatuaggio in quanto portatore di significato per il singolo individuo, per Sons of Anarchy non si può dire lo stesso, poiché assume significato solo all’interno di quella piccola comunità che è Charming.

Ma andiamo con ordine.

Micheal Scofield, protagonista della serie Prison Break, è un ingegnere che ha segretamente preso parte alla ristrutturazione del carcere di Fox River con il solo scopo di studiarne ogni minimo dettaglio progettuale al fine di poter evadere insieme al fratello, condannato a morte per un reato non commesso. L’unico modo che ha Micheal per potersi ricordare ogni minimo dettaglio della prigione è di disegnare una mappa, incorporandovi scritte e dettagli, e di stilizzarla in modo tale da farla diventare un disegno che, una volta tatuato, copra e renda impercettibile all’occhio umano il piano.

Il fatto che Micheal si sia fatto tatuare sulla parte superiore del busto la mappa stilizzata del carcere ci anticipa che avremo a che fare con spazi chiusi e claustrofobici (un po’ come il corpo umano), e questo si riflette metaforicamente anche sul carattere dello stesso protagonista. L’intera storia sarà caratterizzata dalla costante della fuga continua e imperterrita e si concentrerà prevalentemente sul lato introspettivo del protagonista. Il tatuaggio rappresenta l’evasione (tant’è che poi sarà anch’esso rimosso).

Al ruolo del tatuaggio nel singolo individuo si contrappone quello del tatuaggio nella comunità. Protagonista della serie TV Sons of Anarchy è Jackson Teller (Charlie Hunnam), presidente di un club di motociclisti (a copertura di attività illecite) che porta il nome della serie. Seppure anche in questo caso sia semplice identificare il protagonista, è chiaro che, trattandosi di un club, si debba parlare di collettività. È stato necessario mantenere una certa rigidità nella scelta di loghi, font e patch, poiché ogni club deve averne uno e ognuno di questi deve’essere facilmente identificabile.

Per il logo SAMCRO – (The Reaper – la morte) è stato fatto un disegno apposito, e lo ritroviamo ovunque: nell’abbigliamento e negli accessori, ma soprattutto, tatuato nelle schiene dei soci in quanto indelebile segno di appartenenza a un gruppo. La prima cosa che capiterà a chi, per vari motivi, abbandonerà il club sarà di rimuovere, con metodi alquanto discutibili, il marchio dalla pelle.

Dalla breve analisi traspare che il significato del tatuaggio cambia in relazione al tipo di storia raccontata. In Prison Break e Sons of Anarchy esso rappresenta un fattore di fondamentale importanza che si fa veicolo di molteplici significati, siano essi affini o totalmente contrastanti: se il primo rappresenta la voglia di evasione, il secondo rappresenta l’appartenenza a una comunità e la forza dei legami (simboleggiata dai tatuaggi “minori” nel corpo di ogni singolo personaggio) . È certamente chiaro che la potenza di questo mezzo non sia da lasciare in secondo piano, in quanto esso è capace di raccontare, in maniera velata, qualcosa di noi e della nostra storia.

Dello stesso autore:

Graphic novel is still… rock!

Visioni italiane 2014: respirare cinema sardo nel ventennale della rassegna bolognese 

Annunci

One thought on “The importance of being tattooed

  1. Pingback: Crowdfunding, ovvero, l’arte di arrangiarsi. Il caso di Adiosu | Fuori Corso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...