La grande bellezza e il piacere di criticarla

di Gabriele Prosperi

Era il lontano 21 Maggio 2013 e nelle sale italiane usciva La grande bellezza di Paolo Sorrentino. Che il film sarebbe stato un successo ce lo potevamo aspettare; non potevamo però sapere che lo sarebbe stato anche come oggetto di una recensione, vincitrice lo scorso 8 Gennaio del premio Critica in MOVimento.

In preparazione del prossimo Convegno di studi promosso dall’Università di Bologna sulla critica cinematografica, Critica 2.0, che si terrà i prossimi 18 e 19 Febbraio, ecco una breve “recensione della recensione”.

Critica in MOVimento giunge quest’anno alla sua seconda edizione; la partecipazione in crescita di videomaker sembra premiare l’iniziativa promossa dall’associazione culturale milanese Perypezye Urbane attraverso il progetto Studio28.

L’idea: scegliere un’opera – teatrale, di danza o cinematografica – da recensire, quindi realizzarvi un video di massimo dieci minuti nelle modalità che più si preferiscono. Rispetto alla scorsa edizione i video di quest’anno sono davvero aumentati, così come l’interesse da parte dei giovani videomaker – stimolati anche da un premio di 1000 € e dalla possibilità di usufruire di numerosi accrediti messi a disposizione dall’associazione.

 La grande bellezza – Recensione di Gianluca Gori

Nella recensione vincitrice ci troviamo di fronte a un incontro di boxe tra due posizioni opposte, preceduto da una (forse un po’ troppo) lunga preparazione dei due sfidanti, un uomo e una donna. Detto così verrebbe da dire: “E con ciò?”

Sono d’accordo, e con noi c’è anche uno dei giurati: «E non si può usare sempre la boxe, bisogna cambiare sport!». La questione che scatena lo scontro è però una domanda che ci facciamo da mesi e che ci fa salire sul ring ogni volta, la cui risposta non è poi così scontata: “Ma La grande bellezza… è o no un bel film?

Ha ragione l’uomo o la donna? È una grande opera, fatta da grandi artisti che riportano in auge il cinema italiano o la constatazione che il Belpaese non può che vivere sulle macerie di un impero ormai decaduto?

A rendere interessante questa recensione è il fatto che non si risponde mai definitivamente a questa domanda: di definitivo c’è solo il tentativo di rispondervi. Man mano il video si rivela una “domanda in progress” da mantenere in movimento: non si dichiara mai il proprio giudizio di valore ma si ripropone sullo schermo uno spazio di discussione.

Ad aggiudicarsi il podio di questa edizione troviamo quindi una video-critica che in realtà parla anche di sé, dal momento che ad essere in esame non è tanto l’opera di Sorrentino, quanto una delle infinite questioni che il film affronta, e che qui diventa centrale: il piacere della critica!

Dello stesso autore:

Tesi all’estero e viaggi nel tempo: Intervista a Mario Palomba

Annunci

2 thoughts on “La grande bellezza e il piacere di criticarla

  1. Non si arriva una risposta perché neanche loro hanno una risposta. è un video un po’ banale e non capisco perché abbia vinto. Forse perché quelli di Peripezye urbane conoscevano i partecipanti …

    • Che sia banale sono d’accordo: come accenno nell’articolo non se ne può più della boxe. E chissà se hai ragione sul resto, non saprei…

      Il punto però non è questo: che fosse previsto o meno dai realizzatori, il risultato è una critica che non si spinge né verso un giudizio positivo né verso uno negativo. Forse questo concetto si può esprimere in maniere più efficaci, ma rimane il fatto che, da quando è uscito il film di Sorrentino, nel 99% dei casi mi è capitato di sentire o leggere proprio quelle frasi che si sostengono su quel ring. Per questo il video più che una critica de La grande bellezza è una critica della critica.

      Dal mio punto di vista “il bello” de La grande bellezza, il suo merito maggiore, è che fa discutere, fa parlare di sé… è un film “da criticare”. Perciò ho apprezzato che una sua recensione fosse in realtà una recensione delle critiche al film.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...