Cinzia Xlapelle: ottimizzare il trash.

di Antonino Ingrà

Tanti sono i personaggi che, negli ultimi anni, popolano YouTube Italia: alcuni veicolano l’informazione, altri si dedicano all’intrattenimento, altri ancora cercano di insegnarci qualcosa attraverso la creazione di utilissimi tutorial.
È proprio in quest’ultima categoria che potremmo inserire Cinzia Xlapelle che, dal dicembre 2012, rivela su Internet i suoi rimedi naturali per la cura del corpo. Così, video dopo video, scopriamo che per combattere le rughe basta spalmarsi un polpo in faccia, e per combattere la cellulite è necessario versarsi addosso del caffè e della cioccolata tiepida – indossando possibilmente un costume da orso.

Sì, Cinzia dice delle fesserie. I suoi rimedi non sono realmente efficaci. Guardando i suoi video si ha lo stesso sbigottimento di quando Gemma Del Sud si versava dell’acqua in testa. Senza un motivo, senza un perché. Ma a differenza di Gemma Del Sud, Cinzia ci dà delle motivazioni e riesce a conquistarci con la sua apparente timidezza e simpatia. Riuscendo così a raggiungere, in un tempo brevissimo, un grande eco sul Tubo.
Attirando prima le attenzioni di un Big – mi riferisco a Guglielmo Scilla, conosciuto come Willwoosh  – che ha lasciato un commento sotto un suo video (gesto davvero raro), per poi finire addirittura in TV, su Blob.

Ma una domanda sorge spontanea durante le prime visioni: Cinzia crede davvero nei suoi rimedi o finge? Ecco, senz’altro hanno contribuito a chiarire le cose i video di Roberto Bonetti e Gigi Gx. Il primo ha scoperto che Cinzia – o chi per lei – ha utilizzato il sito Ebuzzing, che permette agli youtubers e alle aziende di aumentare il numero delle visualizzazioni. Un video con molte visualizzazioni riesce senz’altro a ottenere una maggiore popolarità. Gigi Gx invece ci ha rivelato il resto, ovvero: Cinzia è in realtà Stefania Medri, un’attrice. Non è una vera youtubers, bensì un personaggio creato ad hoc.

Il tentativo di attirare l’attenzione e far aumentare le visualizzazioni era evidente, ma non era chiaro il perché. Il canale di Cinzia, dalla sua apertura fino ai primi giorni di febbraio, si presentava privo di pubblicità: niente banner, niente link, niente di niente. Questo ha contribuito a dare al tutto un tono amatoriale, creando un velo di mistero e, nonostante le varie bizzarrie dei suoi gesti, rimaneva il dubbio che tutto fosse reale: trash, senza scopo di lucro. La pubblicità è apparsa poco dopo la pubblicazione del video di Gigi Gx, insomma, quando su internet era ufficialmente chiaro che si trattasse di finzione, combinata a del viral marketing.

Sul canale di Cinzia è apparso un grande banner pubblicitario della Dermaday che recita: “affidati ai veri esperti della pelle”. Cinzia ha quindi la stessa funzione di uno specchio per le allodole: fa delle cose sciocche per attirare l’attenzione, in modo da veicolare i propri fans a leggere – e magari cliccare – il banner. Potremmo definirlo come il primo caso di YouTube Italia dove vi è stato un tentativo di ottimizzare il trash.

Anche se sperimentazioni simili erano già avvenute. Basta pensare al successo riscontrato dal video Cerco un uomo, dove una ragazza di nome Germana utilizzava la piattaforma di YouTube per cercare un partner. Il video fu caricato il 14 febbraio 2007 e ad oggi ha raggiunto quasi 2 milioni di visualizzazioni. Cerco un uomo è un video pubblicitario, probabilmente di un gruppo teatrale. Questo è chiaro da altri video presenti sullo stesso canale, perché alla fine di ogni video appare sullo schermo un URL che infrange l’apparente amatorialità. Ma il numero delle visualizzazioni resta comunque sempre in crescita perché il video è bizzarro, e ha un titolo che di certo cattura l’attenzione.

Il canale di Cinzia intrattiene, promuove qualcosa e offre un’esperienza interattiva. Tanti sono i commenti e i video di risposta ai suoi video: fans dotati di una grande quantità di autoironia che decidono di imitarla nei suoi ‘rimedi naturali’. Però sorrido se penso a chi, ingenuamente, avrà seguito alla lettera i suoi tutorial credendo realmente nella loro efficacia: sono convinto che qualcuno si sarà cimentato nella ginnastica facciale suggerita da Cinzia. Voi cosa ne pensate?

Dello stesso autore:
Paperman. Poche idee, tanto successo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...