One Month. Il musical che si tinge di giallo

di Letizia Lara

Parlando di serie TV, il Web non è solo un potente “canale di distribuzione”. È anche un mezzo di espansione del prodotto televisivo – sto pensando ai webisodes – e uno di produzione vera e propria.
Ammettiamolo: la tv in Italia non se la passa poi così bene, parafrasando gli autori di Boris, “negli USA c’è Lost, da noi Don Matteo”. È normale quindi che il web stia pian piano sostituendo la televisione come piattaforma per produrre e distribuire opere prime di giovani talentuosi e non.

La prima web serie italiana a raggiungere una certa popolarità è stata sicuramente Freaks, una sorta di omaggio/plagio di Misfits, pensano alcuni, e un’idea originale, invece, per altri. Il successo di Freaks sembra aver aperto le porte a moltissime nuove proposte e alla proliferazione di prodotti seriali distribuiti sul web.

La serie per il web che mi ha stupito ultimamente s’intitola One Month ed è visibile su un canale YouTube creato appositamente. La web serie è finanziata dalla Eternity Production, piccola casa di produzione fondata nel 2007 dal giovane regista emergente Piergiorgio Seidita, in occasione del suo primo cortometraggio, Fai quello che sei.

Il motivo per cui mi sono interessata a One Month è la decisione dello sceneggiatore Flavio Gismondi – attore fra l’altro in Mind, altra serie per il web di Seidita, e Un Posto al Sole, la soap opera italiana per eccellenza – di ibridare due generi così diversi tra loro: il “giallo” e il musical. Il primo caratterizzato da uno o più omicidi, toni cupi e molto mistero; e il secondo carico di energia, utopia e spettacolo. Flavio Gismondi non solo ha curato la sceneggiatura, ma ha scritto anche le musiche e la colonna sonora, composta quindi da brani totalmente inediti e nati appositamente per la serie.

La trama è semplice. Siamo alla Brenn’s Academy, la scuola di musical più famosa della capitale, dove l’esistenza spensierata di talentuosi studenti viene sconvolta dal ritrovamento del cadavere di un allievo. Suicidio o omicidio? Una psicologa e un commissario indagheranno a fondo per scoprire i segreti che si celano dietro il portone di quest’accademia.

Disponibile su YouTube con l’episodio pilota da fine settembre, One Month, malgrado budget ridotto, sembra avere un’idea originale che inizia a convincere il pubblico di YouTube – le visualizzazioni si aggirano sul migliaio, per ora – fino al finale di stagione, caricato all’inizio del 2013.

La promozione parte con due trailer di genere diverso, a sottolineare le due “anime” della serie: uno in puro stile musical e l’altro prettamente drama.

Altro punto di forza promozionale è il cast. Oltre a Miki Cadeddu, meglio conosciuto come Ciccio di Un medico in Famiglia, troviamo anche Emma Marino, miglior attrice protagonista al Napoli Cultural Classic 2012, e Ivan Boragine, già visto in alcune fiction targate Rai.

Nel nuovo modello produttivo e distributivo delle serie web, One Month sembra collocarsi in una buona posizione. Ora non ci resta che attendere la seconda stagione, dato che la prima è composta solo da nove episodi e, facendo onore a uno dei generi di appartenenza, ci lascia col fiato sospeso…

Annunci

One thought on “One Month. Il musical che si tinge di giallo

  1. Pingback: One Month – La web series. Intervista a Piergiorgio Seidita e Flavio Gismondi | Fuori Corso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...